.

CONDIVIDI con Amici

Bookmark and Share

giovedì 5 agosto 2010

Obesità per problemi ormonali



In certi casi problemi ormonali 

possono portare come conseguenza l’obesità. 

Come arrivare ad una corretta diagnosi

 e ad individuare la cura.



Anche se non frequentissimi, i problemi ormonali possono essere causa di obesità. Spesso si tratta di malattie a carico dell’apparato endocrino, responsabile delle reazioni chimiche fondamentali per il corretto funzionamento dell’organismo. Un problema causato dal malfunzionamento degli ormoni può essere proprio l’obesità secondaria.
Obesità secondaria
La forma di obesità più diffusa è quella detta essenziale, o primaria, legata a un disordine del metabolismo dovuto ad uno scorretto stile di vita, cattiva alimentazione e eccessiva sedentarietà. Quella secondaria, invece interessa circa il 3% delle persone obese, ed è conseguente ad altri disturbi, che tra i sintomi comprendono anche il peso. Per questo motivo il problema non è risolvibile con le diete dimagranti, ma l’unica soluzione è correggere la disfunzione ormonale con trattamenti adeguati. Non è semplice distinguere la forma di obesità secondaria, per questo è fondamentale un’indagine e una diagnosi accurata fatta da uno specialista endocrinologo.


La tiroide che lavora poco
Una carenza di ormoni T3 e T4 prodotti dalla tiroide possono influire molto sul peso. L’ipotiroidismo causa un aumento di grasso corporeo distribuito su tutto il corpo con un aumento notevole di peso nella persona che, oltre ad ingrassare, prova una continua sensazione di freddo, stitichezza ostinata, sonnolenza e apatia. Questi disturbi compaiono in modo subdolo e a complicare le cose c’è anche un accumulo di sostanze mucidi tra le cellule del corpo, che causano ritenzione idrica.
Pancreas e insulina in eccesso
Tra le cause di obesità secondaria ci può essere un’eccessiva secrezione di insulina, l’ormone prodotto dal pancreas, spesso dovuta alla presenza di un tumore benigno. L’insulina ha il compito di regolare i livelli di zucchero nel sangue, facilitando il trasporto e l’immagazzinamento in tutto il corpo. Quando il pancreas produce troppa insulina si ha una riduzione notevole di livelli di zucchero nel sangue, che porta un aumento dell’appetito e spinge le persone a mangiare più del fabbisogno necessario. In questo modo si arriva all’obesità.
Le ovaie che causano cisti
La sindrome dell’ovaio policistico è abbastanza frequente e spesso può causare obesità associata a mancanza di mestruazioni, acne ed eccessiva peluria sul corpo. Si ha un aumento degli ormoni maschili da parte delle ovaie che danno alla donna caratteristiche virili, e si ha una ridotta resistenza all’insulina.
Troppo cortisolo
L’obesità secondaria può dipendere anche da un eccessiva produzione di ormoni da parte delle surreni, le ghiandole che si trovano sopra i reni. Si ha un’alterazione della reazioni chimiche organiche a causa di uno degli ormoni prodotti in eccesso, il cortisolo. Nelle persone con un eccesso di ormoni surrenalici si formano i cuscinetti di grasso in zone ben precise del corpo, viso, torace, addome, mentre gambe e braccia rimangono sottili. Questa forma di obesità comporta anche smagliature, irsutismo, acne, aumento della pressione.

COSA TI PORTA IL 2018 ?



Nessun commento:

Posta un commento

Eseguiamo Siti e Blog personalizzati visita : http://www.cipiri.com

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...